Caso PSG, il Financial Fair Play è morto? ||| Extra Avsim

Caso PSG, il Financial Fair Play è morto? ||| Extra Avsim



se stai cercando un modo smart per mettere da parte anche piccole somme con l'obiettivo di investirle nel tempo potreste trovare interessante l'app gimme five gimme five è il primo salvadanaio digitale cento per cento italiano con cui risparmiare e investire a partire da soli 5 euro e i primi 5 euro sono già inclusi se utilizzi il promo code juve g5 scarica l'app dal primo link nella descrizione sotto questo video completa la procedura di sottoscrizione e attendi tempi tecnici di attivazione della gimme five cia la sim finalmente trovo un po di tempo per parlarvi del caso uefa paris saint germain non c'è mai abbastanza spazio per parlare delle cose serie delle cose importanti io qui sulla lavagnetta vi ho scritto ffp financial fair play dovrebbe essere ma vi ho lasciato i puntini sospensivi così che possiate riempirli voi creando un acronimo magari nei commenti per spiegare che cosa è veramente questo fair play finanziario una serie di norme imposte dalla uefa per evitare che cosa che chi è troppo ricco possa impadronirsi del calcio a discapito di chi è meno ricco facendo sì che non sia più uno sport di campo ma uno sport di bilanci ebbene sembra proprio almeno per quello che è questo caso uefa paris saint germain scoperchiato dal new york times che proprio l'obiettivo principale del fair play finanziario sia in realtà il contrario di quello che viene messo in atto di quello che viene raggiunto perché dobbiamo parlare del caso paris saint germain rivedo il new york times ha tirato fuori un'inchiesta molto approfondita molto dettagliata in un articolo molto lungo che ho letto i passaggi chiave non sono tantissimi proverò spiegarvi lì ma purtroppo tutto ciò arriva in ritardo arriva a cose fatte arriva almeno un anno più tardi di quanto si era ipotizzato che potesse esserci stata qualche violazione in realtà due anni perché nel 2000 17 nell'estate 2000 17 che il paris saint germain ha acquistato neymar per 220 milioni circa e mappe per 180 milioni circa totale 400 milioni spesi in un'unica estate come fa a non essere in violazione del fair play finanziario che cosa impone in particolare il fair play finanziario un limite all'indebitamento non puoi fare più di 30 milioni di debiti se superi questa soglia incorre in delle sanzioni tra cui ad esempio l'esclusione dalle coppe europee ci è passato il milan ci sono passate tante società evidentemente per il paris saint germain funziona in maniera diversa in che senso nel senso che non siamo qui ad ipotizzare che ci sia una malafede non siamo qui ad ipotizzare che si sia fatto qualche cosa veramente di grave però le evidenze le ricostruzioni anche logiche e i dati le prove portate dal new york times lasciano pensare che ci sia stato qualcosa che non abbia funzionato come avrebbe dovuto che cosa dobbiamo dire dobbiamo dire che l'accusa diciamo per il paris saint germain era di aver sfruttato delle sponsorizzazioni fittizie per coprire queste spese cioè ha fatto un esborso sostenuto un peso a bilancio da 400 milioni per andare a rilanciare ed evitare di essersi indebitato troppo ha inserito delle sponsorizzazioni che in realtà non ci sono state in particolare la sponsorizzazione della società qatar tourism authority sapete benissimo che il paris saint germain è di proprietà proprio dei qatarioti si dice così in particolare di nasser al khelaifi nasser al khelaifi che tra le altre cose eppure membro dell'esecutivo uefa oltre che è proprietario di bane sports il grandissimo broadcaster che versa nelle casse della uefa milioni e milioni e milioni proprio per trasmettere le partite delle competizioni uefa c'è conflitto di interessi in questo non lo so non devo deciderlo io non dovete deciderlo voi dovrebbe dirlo chi è deputato a farlo detto questo che cosa c'entra questa sponsorizzazione centro perché è stato ovviamente spulciato il bilancio del paris saint germain e sono state chieste due consulenze a due società diverse una alla nielsen e l'altra alla oktagon opta con la detto questa sponsorizzazione di cui in realtà non si percepisce nessuna concretezza cioè non si sa in cosa consiste vale 5 milioni quindi il valore reale è di 5 milioni non di 100 milioni che invece ha proposto avrebbe proposto il paris saint germain tramite la nielsen capite che o meglio e anche la società nielsen quindi due consulenze che sono contrapposte sono agli antipodi uno dice 5 l'altro dice cento chi ha ragione il l'investigatore la terna ex primo ministro belga investigatore finanziario della uefa che ha condotto l'inchiesta sul paris saint germain non ha richiesto una terza consulenza si è fidato dei 100 milioni anzi è andato anche oltre nel proporre la soluzione praticamente del paris saint germain per queste da queste accuse ha detto che questa sponsorizzazione aveva un valore effettivo di oltre 100 milioni e quindi i debiti contratti praticamente dal paris saint germain nonostante la spesa di 400 milioni per neymar mappe ammontavano a soli 24 milioni quindi abbastanza al di sotto dei 30 milioni di limite massimo e allora tutto a posto questa decisione intervenuta circa un anno fa altro punto 2000 del 2018 che con grande stupore di cunha rodriguez che il presidente del comitato giudicante finanziario cunha rodriguez che ha chiesto una revisione di questa decisione ed una nuova consulenza con un appello però presentato dal paris san gennar contro questa decisione di cui ne rodriguez tra cui anche nelle motivazioni figurava anche il fatto che il presidente prodi che sale ha sforato i dieci giorni richiesti imposti per poter appunto richiedere una nota una nuova valutazione per poter rimescolare le carte di questa procedura in realtà però il new york times spende parecchie parole su questo discorso dei dieci giorni perché dice che in realtà i dieci giorni non erano previsti per diciamo presentare delle osservazioni che c'era bisogno di un po di tempo in più erano un termine in teak indie non perentorio che era relativo ad altre agiamo ad un'altra fase della procedura quindi in realtà sia risultati troppo rigidi nell'interpretazione di questi dieci giorni in fatto sta che come abbiamo scoperto a pochi mesi fa se non sbaglio era marzo il pari socialmente è praticamente uscito pulito da questa storia perché è stato accolto il ricorso del paris saint germain circa l'intempestività della reazione di cunha rodriguez a queste valutazioni e quindi l'impossibilità di procedere ad una nuova consulenza per capire veramente queste sponsorizzazioni che valore avessero come conseguenza abbiamo il paris saint germain non ha subito praticamente nessuna sanzione per il fair play finanziario ora ripeto al di là della ipotetica malafede di chiunque come possiamo accettare con una società che iscrive comunque delle sponsorizzazioni quantomeno dubbie nel proprio bilancio che ha un palese secondo me il conflitto di interessi ma io non sono nessuno per dirlo nei rapporti con la uefa e che ha speso 400 milioni per due soli giocatori non abbia violato il fair play finanziario come è pensabile una cosa del genere purtroppo però dobbiamo accettare l'idea che il fair play finanziario evidentemente è forte con i deboli e deboli con i forti e po meglio la uefa fa così e allora io chiudo citando il caso manchester city siamo in attesa della ormai famosa sentenza uefa su un deferimento 16 maggio per il manchester city relativo alla situazione praticamente analoghe cioè sponsorizzazioni ipoteticamente fittizie come andrà a finire questa sentenza poteva uscire a giugno poteva uscire a lui ormai non è uscita oggi e 26 luglio è anche venerdì quindi non se ne sta parlando so se esce mentre sto registrando ma non c'è nel settore si andrà molto lunghi anzi il new york times chiude l'articolo dicendo che una decisione sul fair play finanziario nel caso non c'è se city è attesa later this year quindi non si sa quando ma nel corso del 2019 bene cosa possiamo mai aspettarci a tutto ciò già il fatto che la sentenza non sia uscita in modo tale da eventualmente consentire l'iscrizione alle competizioni uefa di un altro lab al posto del manchester city è significativo stanno insabbiando tutto non lo so non voglio fare il complottista certo è che questo fair play finanziario puzza veramente tanto avete completato l'acronimo fatelo adesso nei commenti e ditemi la vostra spero di essere stato chiaro grazie per aver guardato mettete la xe video vi è piaciuto iscrivetevi al canale se non l'avete ancora fatto è attivato la campanella per ricevere le notifiche su tutti i prossimi video in descrizione ci sono i link per seguirmi sui miei social e passate sul mio sito housing punto video tramite quale tra le altre cose potete contattarmi in privato ci vediamo molto presto e sempre forza juve

25 thoughts on “Caso PSG, il Financial Fair Play è morto? ||| Extra Avsim

  1. Ciao Simo, te lo scrissi in un altro tuo video dove parlasti del City, non mi ricordo dove, ma lessi di una ipotetica data per i primi consulti in merito al caso: 16 settembre. Ciò per far intendere che quest'anno il City non avrebbe subito nessuna sanzione

  2. Non è proprio così. Il FFP è fatto per evitare problemi macro finanziari globali. Il resto sono frivolezze. Confondere lo sbilancio finanziario con l'assenza di coperture esterne non è il massimo. Spero tu voglia prendere atto che quanto detto nel tuo video non è propriamente corretto. Essendo che ti seguo da tempo, ci tengo che tu mantenga un livello più alto, non cedere al qualunquismo.

  3. Tu che studi legge mi insegni che nessuno è considerato colpevole fino alla condanna definitiva… Quindi al momento è innocente

  4. Si forse su mbappe ma su Neymar avete già dimenticato che se ne fu discusso molto e infine il presidente del PSG verso' l'intera somma dei 220 milioni sul conto di Neymar e non direttamente su quello del Barcellona e a sua volta Neymar li pago' al Barcellona. Su mbappe non lo so ma se pur fosse 180 milioni non credo che il PSG avrebbe avuto difficoltà, o se non erro Neymar anticipo' la somma al Barcellona

  5. SIMONE
    la juve prenderà lukaku.
    Higuain all inter
    Icardi al manchester..
    Andrà a finire così sono sicuro al 90 % da fonti credibili.. segnati questa notizia.. ciao buona giornata.😎

  6. Mi dispiace ma non è così, il fair play fa riferimento non ai debiti ma al rapporto tra eventuali perdite e attività di bilancio, e comunque la perdita d' esercizio non può superare i 30 mil. per due anni di seguito. Se hai perdite e ricapitalizzi con danaro proveniente da fonti esterne alla società tramite sponsorizzazioni fantasma, sei soggetto a censura perché hai commesso un'irregolarità che contravviene la buona pratica contabile ma non verrai mai bloccato perché comunque hai ricapitalizzato. Il city è un caso diverso, il city è autore di una truffa.Non confondiamo indebitamento con perdita d'esercizio poiché il primo può arrivare a sfiorare il fatturato , soprattutto se spalmato nel medio lungo termine, senza incidere assolutamente sull'equilibrio contabile .

  7. Fast Fap Play. Prendiamo Neymar e vediamo, secondo me se lo facciamo noi ci sacrificano sull`altare delle regole. Se lo fanno altri…e beh…City ha Nissan, PSG ha praticamente tutto….per loro non vale altrimenti rovineresti il calcio.

  8. Non c'è bisogno che esca qualcuno a dirlo apertamente (non sto parlando di te, ma den NYT), e lo sai perché? Il caso Neymar, come dici tu, è emblematico perché l'acquisto del brasiliano è una vera e propria truffa. Io agirei a livello penale, voglio avere informazioni, per sapere se possiamo sporgere querela direttamente noi tifosi.

  9. E cmq la sentenza sul city non è sulle sponsorizzazioni fittizie, o meglio quelle sono una piccola parte delle maialate che han fatto, e forse la meno grave.

  10. Il senso del ffp in realtà è evitare il mecenatismo nel calcio in generale, che poi porta a società che implodono tipo sfinter appena il ricco di turno chiude i rubinetti, o tipo Roma Lazio eccetera.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *